Marco Ferradini

Scritto da il 24 Gennaio 2022

Lunedì 27 gennaio, alle 20, a L’Isola che non c’è, sarà ospite Marco Ferradini.

Nato a Como il 28 luglio 1949, è del segno del Leone.

La sua carriera artistica è contraddistinta da una lunga serie di successi, incastonati nella storia della musica italiana, grazie alla sua prestigiosa firma di cantautore.

A 8 anni si è trasferito a Milano con la famiglia, e ha potuto assorbire tutto il fermento artistico, che poi avrebbe contribuito a formare la sua grandezza. Ha studiato canto e armonia, e ha sempre avuto un debole per la sua inseparabile chitarra.

Nel 1983 ha dedicato la sua canzone sanremese “Una catastrofe bionda” alla donna con cui si è poi sposato, ma oltre questo (che si legge sul Corriere) non è dato conoscere molto altro della sua vita privata.

Sua figlia, Marta Charlotte Ferradini, ha seguito le orme del papà nel mondo della musica. Nata nel 1984, è una straordinaria cantautrice (che conta su una voce strepitosa) e duetta anche con suo padre Compare un loro featuring anche nell’ultimo album di Ferradini, intitolato L’uva e il vino.

Alcune curiosità su Marco Ferradini.
L’artista, ad inizio carriera, è stato corista. Compare anche nelle sigle di celebri cartoni animati anni ’80, come Ufo Robot e Capitan Harlock.
Il suo pezzo – forse il più noto al grande pubblico – Teorema fa parte della colonna sonora del film Chiedimi se sono felice, di Aldo, Giovanni e Giacomo.

Ai nostri microfoni, presenta la sua ultima produzione discografica che contiene tracce introspettive, dai testi decisamente profondi. L’album “L’uva e il vino” tratta diversi temi importanti, che spaziano dai sentimenti, alla pace ed uguaglianza, e molto altro.

ASCOLTA 

Taggato come

Leggi

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background