PINO SINNONE

Scritto da il 23 Gennaio 2023

Lunedì 23 gennaio, a bordo del galeone de L’Isola che non c’è, a partire dalle 20, saranno ospiti la prof.ssa Mariagrazia Piancino, ortognatodonzista, per conto dell’Accademia di Medicina di Torino, nello spazio culturale sarà interessante la storia del fotoreporter di Milano, Fabrizio Bellafante e, nello spazio dedicato allo spettacolo si parlerà con Pino Sinnone, storico batterista di una band emblematica del rock progressivo italiano, The Trip.
Ovviamente, non potrà mancare lo spazio del Cavaliere Giorgio Milanese dedicato alle curiosità.
Ma… chi sono stati e chi sono, oggi, The Trip?
Il gruppo, nato negli anni Sessanta, dall’incontro tra Riki Maiocchi (già Camaleonti) e Ritchie Blackmore dei Deep Purple, venne portato al successo dal tastierista Joe Vescovi. Fu lui il frontman, per lungo tempo, di una band italiana all’altezza di sostenere il passo della British invasion e del rock psichedelico anglosassone.
La formazione storica vedeva Pino Sinnone (batteria), Joe Vescovi (tastiere, voce), Arvid Wegg Andersen (basso,voce), Billy Grey (chitarra).
Joe Vescovi, in punto di morte, espresse la volontà che Pino “Caronte” Sinnone formasse una band che permettesse al mondo di non dimenticare la musica dei Trip. Nascono così, nel 2015, The New Trip che diventano poi, definitivamente, The Trip.
Nel 2019, dopo diversi cambi di formazione, Pino Sinnone arriva all’assetto stabile della band, che vede già in formazione dal 2015 Andrea Ranfa Ranfagni alla voce (sovente vocalist per Ian Paice dei Deep Purple e attuale cantante dei Vanexa), il polistrumentista Carmine Capasso alle chitarre (già cantautore e session man con diverse e importanti collaborazioni alle spalle) e due noti musicisti della scena musicale milanese, ovvero Andrea “Dave” D’Avino all’hammond e tastiere, e Tony Alemanno al basso e voce.
Il 17 Luglio 2021 pubblicano l’album Caronte 50 Years Later (il rifacimento in studio dell’album del 1971 Caronte e del 1970 The Trip), ovvero lo storico album Caronte del 1971 risuonato dalla nuova formazione della band, presentato il giorno stesso al “Porto antico ProgFest” di Genova.
La band si esibisce il 4 Settembre dello stesso anno anche al celeberrimo festival Progressive di Veruno (per l’occasione svoltosi nella vicina Revislate) con bands come Banco del Mutuo Soccorso, Il Rovescio della Medaglia, The Winstons, Osanna, Le Orme e tanti altri.
Il concerto sarà un grande successo ma anche l’ultimo con Dave D’Avino alle tastiere che lascerà per motivi personali. Entra in formazione, il tastierista campano Giuseppe “Sep” Sarno. Il successo di Caronte 50 Years Later porta i The Trip ad essere nuovamente una band riscoperta e seguita, coinvolgendo i vecchi e nuovi fan.
In questa primavera 2023 uscirà il nuovo album intitolato “The time has come”

Taggato come

Leggi

Articolo seguente

BALLA TUTTO IL ROCK


Icona
Post precedente

DISCO HIT – N° 281


Icona
Traccia corrente

Titolo

Artista

Background